, ,

Nyepi day. Il giorno del silenzio.

Il capodanno a Bali è una celebrazione che non ha eguali! Questa festa è solo e unicamente di Bali, non troverete un’altra festa così in tutto il pianeta.

E’ il giorno del silenzio, è il Nyepi day!

Non si festeggia il 31 di Dicembre ma per il 2018 sarà il 17 Marzo.

Non troverete nessuno per le strade di Bali, nessun servizio, l’aeroporto è chiuso e per i turisti che vivono questa festa le restrizioni non mancano, ma dentro l’hotel potrete continuare le vostre attività. Prendetelo come un giorno di puro relax.

Tre giorni prima dei Nyepi non mancano celebrazioni di purificazioni, pellegrinaggi sulle spiagge per donare offerte (Melasti), sacrifici di galline, anatre e capre. Oltre a cercare protezione dal male e dalle forze negative sia umane che dell’universo si cerca di riflettere e ricordare che solo la benevolenza degli dei dona ad ogni balinese bestiame, colture e prosperità.

Nyepi Day giorno del silenzio

Interi villaggi si preparano per la sfilata degli Ogoh-Ogoh, giganteschi fantocci di cartapesta rappresentanti mostruosi demoni che andranno in processione alla vigilia del Nyepi.

Le parate, dopo il tramonto, sfilano negli incroci principali dei villaggi, luoghi in cui i demoni si incontrano. I giovani, caricati sulle spalle di pesanti piattaforme di bambù sulle quali troneggia l’Ogoh Ogoh gridano a perdifiato Megedi Megedi (via, via) ruotando la piattaforma per 3 volte. Musiche di gamelan, tamburi, cembali e gong accompagnano le cerimonie insieme a fuochi d’artificio e petardi.

Ogoh-Ogoh

Dopo tanto rumore gli Ogoh-Ogoh verranno bruciati a tarda notte ma se qualche demone non è stato spaventato a dovere, il giorno dopo non vedrà nessuno per strada, perché Bali è immersa nel silenzio.

Per 24 ore, dalle 6 del mattino alle 6 del giorno successivo, ci si dedica all’autoriflessione e dunque non si potranno accendere fuochi o utilizzare l’illuminazione. (Le finestre delle vostre camere d’albergo verranno oscurate con teli scuri o cartone). Non si può lavorare se non praticare riti di purificazione spirituale, non ci si può muovere o mettersi in viaggio ma è bene passare l’intero giorno tra le mura domestiche con i propri familiari.

I demoni, credendo Bali deserta, lasceranno l’isola e non la visiteranno se non prima di un anno.

E’ una festa molto seria e come tale deve essere rispettata. Comunque migliaia di Pecalang, agenti di sicurezza in sarong, maglietta e cappello nero, si occupano di vigilare sulle restrizioni e che il silenzio venga rispettato; accompagnando a casa i trasgressori.

Il giorno dopo il Nyepi le famiglie possono spostarsi per visitare parenti e amici per festeggiare il nuovo anno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *